Lug 14, 2010 - Miti&Leggende    No Comments

Torre d’Avvistamento Archi

 

Intorno all’anno mille non era raro vedere i nostri territori puntinati da torri e torrioni atti a monitorare e sorvegliare queste terre da pericoli esterni, come potevano essere signorotti confinati o pericoli ancor più gravi come i Mori e Saraceni che spesso si inoltravano anche all’interno nelle loro continue scorribande!!! Pericoli a parte essi servivano anche come stazione di pedaggio per i pastori transumanti che erano costretti pagare un tributo per poter passare per quelle terre!! Un tipico esempio di queste costruzioni potrebbe essere la Torre d’Avvistamento di Archi.

Questi edifici, che testimoniano un glorioso e splendendo passato, ora sono ridotte a rovine visitate da randagi, animali selvatici e naturalmente da fantasmi!!!

Intorno a questi luoghi così suggestivi ed ameni sono nate diverse leggende e credenze popolari come quella della Torre di Archi che dice che in questo luogo vi è imprigionata una bionda fata dagli occhi di ghiaccio che trasforma in roccia viva tutto ciò su cui si posa il suo sguardo e a guardia della magica creatura vi è un essere mostruoso, forse un drago???

Secondo altri all’imbrunire nel solstizio d’autunno all’interno della torre si sentono rumori cupi che sono seguiti da un lampo che illumina il mastio come se fosse giorno e delle figure incorporee vestite con armature entrare nella torre. Questa visione dure pochi secondi!!!

Torre d’Avvistamento Archiultima modifica: 2010-07-14T17:04:00+02:00da gocccedipioggia
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento